Comunicazione visite 47

SHOOT TO THRILL | IED Workshop

2 min

ied-shoot-to-thrill
Questo set è stato organizzato per il Workshop SHOOT TO THRILL

Contenuto bloccato: accettare utilizzo dei cookie e ricaricare la pagina per visualizzarlo

La tecnica è chiamata BULLET TIME. Meglio nota come effetto Matrix.

Il bullet time (letteralmente “tempo di/della pallottola”) è un effetto speciale e tecnica cinematografica che consente di vedere ogni momento della scena in slow-motion mentre l’inquadratura sembra girare attorno alla scena alla velocità normale. Già utilizzato in una scena del film Blade ma reso celebre dai fratelli Wachowski nel film Matrix del 1999, secondo alcuni questo effetto sarebbe ispirato come idea visuale alle tecniche di ripresa usate dal regista di anime giapponese Yoshiaki Kawajiri nel lungometraggio Demon City Shinjuku. Il termine è un marchio registrato della Warner Bros., distributori di Matrix.

Contenuto bloccato: accettare utilizzo dei cookie e ricaricare la pagina per visualizzarlo
Contenuto bloccato: accettare utilizzo dei cookie e ricaricare la pagina per visualizzarlo

Il bullet time è in realtà lo sviluppo di una vecchia tecnica fotografica conosciuta come fotografia time-slice (“fetta di tempo”), nella quale un grande numero di fotocamere è disposto attorno ad un oggetto e viene fatto scattare simultaneamente. Quando la sequenza degli scatti è vista come un filmato, lo spettatore vede come le “fette” bidimensionali formano una scena tridimensionale. Guardare una tale sequenza di “fetta di tempo” è analogo all’esperienza reale di camminare attorno ad una statua e di vedere come appare dalle diverse angolature.

Alcune scene di Matrix implementano l’effetto “fetta di tempo” congelando totalmente personaggi e oggetti. Tecniche di interpolazione consentono di rendere fluido il movimento dell’inquadratura.

Tratto da Wikipedia, l’enciclopedia libera.

Contenuto bloccato: accettare utilizzo dei cookie e ricaricare la pagina per visualizzarlo
Contenuto bloccato: accettare utilizzo dei cookie e ricaricare la pagina per visualizzarlo

DESCRIZIONE
Il set include 24 cavalletti, allineati e disposti a 25cm di distanza l’uno dall’altro.
Le camere usate sono tutte Canon (5D mrkII, 7D).
Le camere sono circa a 1m dal terreno e a 3m di distanza dal soggetto, un tappeto elastico.

CREDITS
Organized by:
Claudio Giambusso, Alice Stefani, Ivan Borov
Directed by:
Claudio Giambusso, Alice Stefani
Music by:
Valerio Sizzi Video
backstage by:
Filippo Valluzzi
Director of photography:
Manuel Neglia, Mattia Campo
Special Thanks to:
Maurizio Costa (in charge of photo studio IED Milano)

Teodora Filipova, Julie Luchsinger, Tiziano Summo, Kaisha Davierwalla, Giulia Filippi, Marta Mangiucca, Ascanio Mellini, Francesca Mesiano, Manuel Neglia, Mattia Campo, Massimo, Francesca Ferrari

3D models:
Digital Camera by Fubar East
Trampoline by Google

Contenuto bloccato: accettare utilizzo dei cookie e ricaricare la pagina per visualizzarlo

Riproduzione riservata © La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo. Condividi l'articolo


Articolo a cura di: Del Re Valerio
Dott. in Comunicazione e Pubblicità per le Organizzazioni. Sono l'ideatore del blog Robadagrafici.com e mi occupo di comunicazione visiva, grafica e web, per le aziende.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Potrebbe anche interessarti

comunicazione

Comunicazione

L’era dei CMS. Web Designer o Template Selector?

2 min L’avvento dei CMS ha ormai rivoluzionato il settore del web, creando…

comunicazione

Comunicazione

SUITE123 MILANO | Viral marketing

1 min Women story è una vanity url story che si sviluppa attraverso…

comunicazione

Comunicazione

Spot Microsoft: Click it and I Note it (parodia di Sexy and I Know It dei LMFAO)

1 min Microsoft lancia il nuovo servizio Note per Windows8 dal nome OneNote,…