yoast seo vs rank math
SEO visite 147

SEO WordPress Plugin: Yoast SEO vs Rank Math

7 min

Il posizionamento SEO è sicuramente un’arte: necessita di studio, esperienza sul campo ed aggiornamento continuo. Perché gli algoritmi dei motori di ricerca cambiano in fretta e bisogna stare al passo con le regole imposte, se non si vuole incappare in penalizzazioni, specialmente se ci si è spinti un po’ troppo in là con la “sperimentazione” e non si vuole mandare all’aria il successo (piccolo o grande) raggiunto.

Oggi cercheremo di capire quale sia il migliore SEO WordPress plugin e quali sono le funzionalità che lo rendono tale rispetto alla concorrenza.

I plugin WordPress e la SEO

Prima di procedere, tuttavia, dato che vi ho già visto sbuffare, occorre subito sfatare tre miti:

  • la SEO non è morta (il grande classico che sta bene su tutto);
  • non basta un plugin di WordPress per fare SEO;
  • i semafori davvero funzionanti sono solo quelli che trovi agli incroci stradali.

Bisogna dunque specificare che un plugin di WordPress, che sia Yoast SEO, Rank Math o All in One SEO Pack, non risolverà il vostro bisogno di scalare le SERP (per uscire primi nei risultati di ricerca serve ben altro) ma vi faciliterà il lavoro.

Come? Semplicemente impostando alcune regole tecniche che il sito deve rispettare, sempre che le vostre conoscenze siano appropriate e di conseguenza voi siate in grado di farlo.

Dopo questa doverosa premessa possiamo addentrarci nel discorso posizionamento e capire quale plugin di WordPress sia più completo e performante tra Yoast SEO e Rank Math, a mio avviso i due migliori plugin SEO attualmente in circolazione. Vi spiego il perché della scelta.

SEO WordPress Plugin
SEO WordPress Plugin a confronto: Yoast SEO e Rank Math

Perchè questi plugin a confronto?

Ho escluso dal confronto All in One SEO Pack volontariamente perché, sebbene sia il secondo plugin SEO più apprezzato dopo Yoast SEO, lo trovo più simile a quest’ultimo rispetto a Rank Math, che appare invece differente dai due.

Ultimamente pare sia in atto un esodo di massa dall’anziano e acciaccato Yoast SEO al più giovane e performante Rank Math.

A cosa è dovuto il malcontento? Anzitutto ai continui update di Yoast. Certo gli aggiornamenti sono importanti e sintomo della ricerca di un continuo miglioramento, ma troppo spesso accade che subito dopo il plugin rilascia un secondo fix. Questo lascia intuire che probabilmente sarebbe stato meglio aspettare un attimo nel lancio del primo aggiornamento, e di conseguenza qualcosa potrebbe forse danneggiare la SEO attuale del tuo sito se non effettui subito il secondo aggiornamento.

Il secondo motivo della fuga da Yoast è da ricercarsi nella richiesta enigmatica che potete vedere nella seguente immagine, che a taluni ha fatto storcere il naso.

aggiornamento plugin Yoast SEO
avviso di Yoast SEO

Pare si tratti di una elaborazione dei contenuti per rendere il sito più veloce… pare! Ma in molti son rimasti scontenti, come sembra leggendo le ultime recensioni del plugin. E in molti altri hanno preferito non effettuare l’aggiornamento in attesa di maggiore chiarezza.

Caratteristiche dei plugin SEO a confronto

Andremo in questa sezione ad analizzare le caratteristiche dei plugin Yoast SEO e Rank Math, scoprendo i plus di quest’ultimo rispetto al plugin precedente.

Yoast SEO vs Rank Math: introduzione

Con più di 5 milioni di installazioni attive su siti WordPress, il plugin Yoast SEO è decisamente quello più apprezzato per fare seo sul CMS più amato al mondo. Sicuramente è anche più longevo, se pensiamo che è nato nel 2008 e grazie anche a questo vantaggio acquisito è diventato il plugin più apprezzato per il posizionamento organico per i siti realizzati con WordPress.

Rank Math è sicuramente un plugin più giovane, con un appeal più fresco ed un’ottima esperienza utente: è infatti professionale ma al contempo molto semplice da usare anche per i meno esperti. Oltre agli strumenti presenti in Yoast Seo (versione gratuita) ne prevede diversi altri, che danno sicuramente un valore aggiunto al plugin.

Yoast SEO vs Rank Math: configurazione guidata

Yoast SEO e Rank Math prevedono, dopo l’installazione del plugin, una configurazione guidata che permette di settare rapidamente il plugin per l’ottimizzazione del sito lato SEO.

Una funzione molto utile di Rank Math è l’importazione dei settaggi da altri plugin come Yoast SEO, All in One SEO Pack o Redirections. Questo ti permetterà di non perdere il lavoro svolto fino a quel momento e ti farà tentennare meno prima di procedere alla migrazione.

Yoast SEO vs Rank Math: gestione parole chiave

Per quanto riguarda la gestione delle parole chiave su cui basare l’ottimizzazione degli articoli, Yoast SEO permette gratuitamente di impostare una sola focus keyword, mentre nella versione premium è possibile inserirne altre.

Rank Math permette di impostare gratis fino a 5 parole chiave su cui basare l’ottimizzazione degli articoli. Molto interessanti sono i suggerimenti di parole chiave durante la scrittura della focus keyword. Questi appaiono in un menu a tendina un po’ come avviene su Google mentre scriviamo una query di ricerca, senza tuttavia indicazioni sul volume di ricerca.

Yoast SEO vs Rank Math: integrazione GSC

I plugin offrono gratuitamente l’integrazione di Google Search Console, con la differenza principale che Rank Math permette di monitorare i dati relativi al sito direttamente dalla dashboard di WordPress, cosa che Yoast SEO non prevede.

Yoast SEO vs Rank Math: sitemap XML

In entrambi i plugin è prevista la creazione della sitemap XML, utile per la navigazione del sito da parte dei bot dei motori di ricerca e dai crawler, dunque per la corretta indicizzazione dei contenuti.

Yoast SEO vs Rank Math: analisi dei contenuti

I due plugin effettuano una analisi dei contenuti in base alle keyword inserite. Rank Math appare tuttavia più preciso sia nei suggerimenti da seguire che nel voto, espresso in centesimi.

Strumenti plus gratuiti di Rank Math

Come anticipato, Rank Math offre anche servizi in più che Yoast SEO non prevede affatto e che comportano dunque l’installazione di ulteriori plugin che comportano inevitabilmente un rallentamento nelle prestazioni del sito. Ecco una lista dei suoi strumenti SEO aggiuntivi:

  • 404 Monitor: monitoraggio degli URL su cui visitatori e motori di ricerca si imbattono in errori 404
  • Redirections: ridirezionamenti 301 e 302 per i contenuti non esistenti che portano alle pagine di errore 404
  • Link Counter: contatore di link interni, esterni, da e verso i link all’interno dei tuoi post.
  • Local SEO & Google Knowledge Graph: ottimizzazione del sito per la local SEO
  • Schema (Structured Data): integrazione dei dati strutturati secondo Schema.org
  • Role Manager: gestione permessi per le funzioni del plugin Rank Math
  • SEO Analysis: analisi SEO completa del sito attraverso più di 70 test
  • ACF: supporto SEO per i contenuti presenti nei campi personalizzati
  • AMP: supporto per le pagine AMP, qualora presenti sul sito
  • bbPress: aggiunta di meta tag corretti ai post, alle categorie, ai profili del forum di bbPress
  • BuddyPress: aggiunta di meta tag corretti alle pagine del forum BuddyPress
  • WooCommerce: ottimizzazione delle pagine dei prodotti WooCommerce

Per darti un’idea più completa, ecco il video di presentazione di Rank Math, che mostra le peculiarità del plugin

Contenuto bloccato: accettare utilizzo dei cookie e ricaricare la pagina per visualizzarlo

Quale plugin SEO per WordPress scegliere?

Difficile dire qual è il migliore plugin SEO tra i due per il vostro sito WordPress. Se si confrontano la versione gratuita di Yoast SEO con Rank Math, non c’è dubbio che quest’ultimo sia decisamente più completo. Se invece si utilizza la versione premium di Yoast SEO le differenze si assottigliano.

Ma perché pagare quando si può avere lo stesso servizio, se non migliore, in maniera gratuita? Il passaggio da Yoast SEO a Rank Math è davvero semplice e non si corre il rischio di perdere il lavoro fatto in precedenza, grazie alla “migrazione automatica”.

Altrettanto vero è che non è possibile il contrario, ossia tornare comodamente da Rank Math a Yoast SEO. Quindi pondera bene la tua scelta, e ricorda di effettuare un backup prima di un eventuale passaggio.

Riproduzione riservata © La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.
Articolo a cura di: Del Re Valerio
Dott. in Comunicazione e Pubblicità per le Organizzazioni. Sono l'ideatore del blog Robadagrafici.com e mi occupo di comunicazione visiva, grafica e web, per le aziende.
Condividi l'articolo
Se questo articolo ti è piaciuto, ti chiedo solo di condividerlo sui social.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Potrebbe anche interessarti

analisi ottimizzazione sito
seo

SEO

Analisi e ottimizzazione del sito: gli strumenti gratis online

4 min I webqualcosa (o “cugini”, come ormai vengono chiamati coloro gli improvvisati…

redirect htaccess da http a https
seo

SEO

Ridirezionare traffico del sito da HTTP a HTTPS con htaccess

2 min Il passaggio da HTTP a HTTPS è ormai un must per…

posizionamento locale risultati google
seo

SEO

Local SEO: come migliorare il posizionamento su Google

4 min Di recente abbiamo cominciato a parlare della scheda attività su Google…