redirect htaccess da http a https
SEO visite 324

Ridirezionare traffico del sito da HTTP a HTTPS con htaccess

2 min

Il passaggio da HTTP a HTTPS è ormai un must per i siti internet. Google richiede che tutti i siti appaiano sicuri ai suoi occhi, e di conseguenza a quelli degli utenti che sbarcano sul motore di ricerca ed effettuano una ricerca.

Se disponi già di un certificato SSL (“Secure Socket Layer”), che viene ormai fornito in maniera gratuita dagli hosting più apprezzati sul mercato, ti sarai accorto che le pagine HTTP del tuo sito sono ancora raggiungibili, nonostante sia attivo il protocollo HTTPS.

Questo potrebbe rivelarsi un problema in ottica SEO in quanto potrebbero generarsi dei duplicati tra le pagine, per cui occorre correre ai ripari. Il ridirezionamento non avviene in automatico ma passa attraverso un’operazione che devi ancora compiere.

Se sei su questa pagina probabilmente ti stai chiedendo quindi come effettuare un redirect delle pagine del tuo sito da HTTP a HTTPS in modo automatico. Per farlo dovrai effettuare una semplice modifica alle direttive del file htaccess, presente nella root del tuo sito:

#Redirect da HTTP a HTTPS
RewriteEngine On
RewriteCond %{HTTPS} off
RewriteRule (.*) https://%{HTTP_HOST}%{REQUEST_URI} [R,L]

Prima di procedere alla modifica consigliamo di effettuare una copia di backup del file di partenza in modo da poterlo ripristinare in caso andassi incontro a problemi.

Dopo aver creato una copia di backup, apri il file htaccess con un editor di testo (notepad, sublime text, blocco note, etc…), cerca la riga RewriteEngine On che sarà già presente nel file che hai scaricato, vai a capo e incolla le ultime due righe di testo, ossia:

RewriteCond %{HTTPS} off
RewriteRule (.*) https://%{HTTP_HOST}%{REQUEST_URI} [R,L]

Salva il file e sovrascrivi quello presente online.

Non ti resta che effettuare una prova per verificare che la modifica sia andata a buon fine. Prova ad aprire un browser e ad andare su http://www.iltuosito.it e dovrebbe ridirezionare automaticamente su https://www.iltuosito.it così come tutte le altre pagine interne del sito.

Se hai realizzato il tuo sito con WordPress potresti semplicemente utilizzare il plugin WP Force SSL, ma perchè non imparare a farlo manualmente dato che la procedura è semplice?

Suggerimenti

Se hai realizzato il tuo sito a manina, senza l’utilizzo di temi preconfezionati, assicurati che le chiamate effettuate siano a file in HTTPS e non HTTP (per esempio il link che richiamano le immagini). Il sito potrebbe ridirezionare correttamente, ma potrebbe risultare non completamente sicuro. Come fare? Attraverso le console del browser, accessibili da “Ispeziona elemento” di Google Chrome o da “Analizza elemento” di Firefox.

Riproduzione riservata © La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo.
Articolo a cura di: Del Re Valerio
Dott. in Comunicazione e Pubblicità per le Organizzazioni. Sono l'ideatore del blog Robadagrafici.com e mi occupo di comunicazione visiva, grafica e web, per le aziende.
Condividi l'articolo
Se questo articolo ti è piaciuto, ti chiedo solo di condividerlo sui social.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Potrebbe anche interessarti

contenuti duplicati
seo

SEO

Contenuti duplicati: scopri chi copia i tuoi contenuti

3 min Si fa un gran parlare di contenuti duplicati in ottica SEO,…

yoast seo vs rank math
seo

SEO

SEO WordPress Plugin: Yoast SEO vs Rank Math

7 min Il posizionamento SEO è sicuramente un’arte: necessita di studio, esperienza sul…

posizionamento locale risultati google
seo

SEO

Local SEO: come migliorare il posizionamento su Google

4 min Di recente abbiamo cominciato a parlare della scheda attività su Google…