Arte visite 120

La Street art conquista la scuola, il murale 3D di Gaeta

1 min

La Street Art conquista sempre più pubblico e si esprime in forme sempre nuove. Talvolta viene vista male, come semplice imbrattamento di muri, ma quando viene realizzata da professionisti del settore il successo non tarda ad arrivare. Ecco allora che un’opera di Street Art può ben accostarsi anche ad edifici pubblici, nonchè educativi. Stiamo parlando della scuola elementare Virgilio di Gaeta, sita nei pressi del Comune della città.

L’artista norvegese Anders Gjennestad, alias Strøk, in occasione del festival di street art “Memorie Urbane”, ha dimostrato come quest’arte possa essere davvero fine e ben adattarsi a qualsiasi situazione. Vista la delicatezza del contesto l’artista ha deciso di rappresentare dei bambini che giocano sulle pareti dell’edificio. Fin qui nulla di eccezionale, se non fosse che i soggetti sono rappresentati tridimensionalmente, anche grazie all’uso sapiente delle ombre che rendono i disegni davvero affascinanti, specialmente quando osservati da una certa distanza.

street-art-murales

street-art-italia

street-art-scuola

Riproduzione riservata © La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo. Condividi l'articolo


Articolo a cura di: Del Re Valerio
Dott. in Comunicazione e Pubblicità per le Organizzazioni. Sono l'ideatore del blog Robadagrafici.com e mi occupo di comunicazione visiva, grafica e web, per le aziende.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Potrebbe anche interessarti

arte

Arte

“C’era una volta in Kazakistan…”

1 minPotrebbe cominciare così la storia dell’artista Dilka Nassyrova, nata nel’ex Unione Sovietica…

arte

Arte

Artista inserisce pop-up Windows e icone dei Social Media in dipinti famosi

1 minCosa succederebbe se i personaggi dei dipinti classici usassero gli strumenti attuali…

arte

Arte

ARTE DI STRADA 3D | I graffiti urbani

2 minQuando si pensa ai graffiti urbani si pensa sempre a qualcosa di…