Comunicazione visite 96

I ciak sbagliati dello spot di Tic Tac

1 min

Al fine di promuovere l’ultimo spot di animazione dell’azienda Tic Tac è stata sviluppata una simpatica idea, molto virale, che sta riscuotendo un grande successo in rete, in particolare sul social network Facebook.

tic-tac-spot-2013

L’idea virale

Nei video di animazione, ovviamente, non vi sono errori da parte dei personaggi/attori dello spot, in quanto gli stessi (e le azioni che essi compiono) vengono costruiti al computer in base ad una sceneggiatura scritta. Non vi sono dunque personaggi reali che possano commettere errori.

L’idea di Tic Tac è stata quella di far commettere dei falsi errori comici alle caramelline che partecipano allo spot, ossia un lottatore di sumo, un coniglio, un hippie, un pagliaccio ed un mammout, attori decisamente accattivanti, poco disinvolti e un po’ imbranati.

Quindi è stato montato una sorta di backstage dello spot, un piccolo corto animato dal titolo “I ciak sbagliati dello Spot di Tic Tac” da veicolare in rete usando l’ironia come leva virale.

Lo slogan di Tic Tac, che appare a fine video, recita: “Rinfresca in un tic, sorprende in un tac!“.

Riproduzione riservata © La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo. Condividi l'articolo


Articolo a cura di: Del Re Valerio
Dott. in Comunicazione e Pubblicità per le Organizzazioni. Sono l'ideatore del blog Robadagrafici.com e mi occupo di comunicazione visiva, grafica e web, per le aziende.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Potrebbe anche interessarti

comunicazione

Comunicazione

Come ottenere il massimo da un grafico in 10 mosse

6 minNascono spesso articoli su come far impazzire un grafico. Io voglio spiegarvi…

comunicazione

Comunicazione

6 consigli per lavorare in un team di web designer freelance

4 min Indice dei contenuti1 Comunicazione efficiente in un team di progettazione freelance2…

comunicazione

Comunicazione

Caccia al Piacere 2 – Intorno al Mondo

1 min Ti ricordi Magnum Pleasure Hunt? Ne avevamo parlato qualche tempo fa…