Comunicazione visite 109

5 buoni consigli per diventare grafico freelance

2 min

DALLA TEORIA ALLA PRATICA

Per diventare un grafico, i titoli e le certificazioni sono soltanto iter proforma per introdurti nel mondo del lavoro: alla teoria deve necessariamente seguire la pratica e devi tenerti sempre aggiornato, senza lasciare nulla al caso. Un grafico, innanzitutto, dev’essere una persona creativa, con una grande capacità di adattamento. Il suo lavoro non conosce orari, né retribuzioni immediate perché la professione è più complessa di quanto possa sembrare.


FATTI CONOSCERE

Per realizzarti e cominciare un’attività redditizia, ti conviene lavorare da freelance, ossia autonomamente: se lavori per aziende, esse tenderanno sempre a sfruttarti perché ti sovraccaricheranno di lavoro e utilizzeranno le tue competenze per raggiungere il successo, riducendo il tuo ruolo a quello di un semplice grafico anonimo. Nessuno saprà mai chi sei e tutti i riconoscimenti saranno rivolti all’azienda per cui lavorerai.


INFORMATI SUI COSTI

Comincia recandoti da un commercialista per informarti sui costi della partita I.V.A. necessaria per la fatturazione dei lavori oppure, puoi sempre scegliere di emettere ricevute per prestazioni occasionali fino a un massimo di introiti pari a € 5.000 lordi annui. Così, sarai tu a stabilire il valore del tuo lavoro che porterà la tua firma e il tuo stile, in modo tale che i tuoi potenziali clienti possano nutrire fiducia in te e ricontattarti ogni qual volta ne abbiano bisogno.


STUDIA I PREZZI

Cerca di farti un’idea sui prezzi, provando a essere il più competitivo possibile, senza svalutare il tuo lavoro. Naturalmente, devi tener conto dei rischi legati alla mancata retribuzione ed alle rogne procurate dai clienti, i quali, molto spesso, cambiano decisioni all’ultimo momento, obbligandoti a mandare a monte tutto il lavoro fatto per loro in precedenza. I guadagni arriveranno soltanto se investirai tempo, denaro e passione in questa divertente e coinvolgente attività, ma è bene non arrendersi, specie all’inizio.


CONFRONTATI CON I TUOI COLLEGHI

Confrontati con altri grafici, per conoscere i trucchi del mestiere e affidati ad un avvocato che possa seguire le pratiche legali per l’apertura dell’attività. Puoi lavorare tranquillamente da casa, munendoti delle apparecchiature necessarie e gestendo autonomamente gli incarichi, senza vincoli di orario né di giornate: ti ritroverai a lavorare di giorno o di notte, ma i sacrifici, se ben fatti, conducono sempre a un risultato.

Diventa subito imprenditore di te stesso!

Riproduzione riservata © La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link all'articolo. Condividi l'articolo


Articolo a cura di: Del Re Valerio
Dott. in Comunicazione e Pubblicità per le Organizzazioni. Sono l'ideatore del blog Robadagrafici.com e mi occupo di comunicazione visiva, grafica e web, per le aziende.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Potrebbe anche interessarti

comunicazione

Comunicazione

RGB Billboard. La campagna outdoor dell’IKEA

1 min La pubblicità su Billboard è ormai diventata un classico cui talvolta…

comunicazione

Comunicazione

LA GAZZETTA DELLO SPORT | Prepartita Milan-Bari

1 min Pochissimi minuti prima dell’inizio della partita Milan-Bari, i circa 60mila presenti…

comunicazione

Comunicazione

Il karaoke di Natale: la geniale trovata di Heineken

1 min Immaginate di essere a New York, in una situazione di estremo…