Comunicazione

L’era dei CMS. Web Designer o Template Selector?

CMS-webdesigner

L’avvento dei CMS ha ormai rivoluzionato il settore del web, creando scompiglio tra gli addetti ai lavori. Basti pensare che negli ultimi anni vi è stata una crescita esponenziale del numero dei “Web Designer” (magari anche senza partita iva) che possono permettersi di fare un sito in mezza giornata, scaricando un tema il più delle volte gratuito, e vendere un sito a 300 euro. Ma magari anche no, magari son così furbi da venderlo come di propria creazione e richiedono un compenso a tre zeri.

Tanto il più delle volte il cliente non bada al rapporto qualità/prezzo, ma utilizza quest’ultimo come unica variabile davvero influente. Anche perchè, se non informato, di certo un cliente sprovveduto non riesce a capire alcune grandi piccolezze:

  • non sa che si tratta di un template e che quindi in rete sono presenti tante copie del proprio sito internet;
  • non si rende conto che un sito va costruito sulle esigenze del cliente e che un template creato a priori non può ben adattarsi alle specificità di ogni azienda;
  • non baderà mai alle prestazioni del sito, all’ottimizzazione del codice e delle immagini.

Forse, se sapesse tutte queste cose, penserebbe che quelle famose 300 euro (o 1000, o forse 2000 euro) sono decisamente troppe per la mole di lavoro svolto.

website-designer

Di certo i CMS (WordPress, Drupal, Joomla, ecc…) non sono il male. Anche io ne faccio largo uso, ma di certo non mi vendo come programmatore. Troppo spesso si legge a lettere cubitali WEB DESIGNER e WEB DEVELOPER sui siti di fantomatici esperti del settore, che poi non si rivelano come tali.

I CMS, in effetti, sono di grande aiuto per chi ha limitate conoscenze di programmazione, forniscono un pannello di controllo facilmente gestibile e svariati plugin per ogni evenienza.

I plugin, altro tema scottante. L’uso che se ne fa è davvero eccessivo e sconsiderato. Ogni plugin attivato inserisce all’interno della pagina un’enorme quantità di righe di codice, la cui principale conseguenza è un’aumento della pesantezza del sito ed una parallela diminuzione della velocità di scaricamento, elemento sempre più rilevante in termini di SEO. Ciò che bisognerebbe fare allora è arrivare con le proprie forze fin dove si può, evitando il più possibile l’utilizzo di plugin.

Per tutte queste ragioni appare chiaro che un Web Designer, per professarsi tale, non dovrebbe limitarsi all’utilizzo di template, ma:

  • ascoltare le esigenze dell’azienda, valutandone i punti di forza;
  • studiare un layout e creare una bozza del sito con un programma di grafica;
  • convertire la bozza in una pagina in Html, CSS (e quant’altro), dopo l’approvazione del cliente;
  • verificare il corretto funzionamento del sito sui diversi browser;
  • convertire la pagina in un template per il CMS;
  • aggiungere gli eventuali plugin.

Ecco allora perchè un utilizzatore di template non può definirsi un Web Designer, perchè non ha la minima conoscenza del processo di realizzazione di un sito internet e probabilmente non riuscirà a modificare il template alla prima richiesta del cliente.

Piuttosto definitevi CMS installer e template selector.




emoticons

avatar
Autore: Valerio Del Re

Dott. in Comunicazione e Pubblicità per le Organizzazioni,
Grafico e Web Designer freelance, CEO presso Robadagrafici


Cosa ne pensi? Esprimi la tua opinione.
Scrivi un commento.

Loading Facebook Comments ...

Ti potrebbero interessare anche:


fucktory-pakkiano

FUCkTORY Creativity 4 Market

Grazie ad un importante accordo commerciale l’irriverente brand Pakkiano nato in Veneto nel 2013 mette a disposizione di […]


disegni+2

Agevolazioni alle Imprese per la valorizzazione dei Disegni e Modelli

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell’ 8 agosto 2014 – Serie Generale n. 183, l’intervento agevolativo in favore di […]


r-key

Uno spot innovativo per la nuova Honda Civic… strepitoso!

Uno spot unico, incredibilmente innovativo per la nuova Honda Civic. Un’idea geniale per comunicare la doppia anima dell’auto, […]


video-halloween

Le migliori video-animazioni di Halloween

Una nuova festività è alle porte. Se siete alla ricerca di ispirazione per le vostre grafiche horror, ci […]


peggiori-annunci

I peggiori annunci di lavoro per grafici trovati in rete

Al giorno d’oggi il lavoro si trova in rete. Tutto è più semplice, basta una ricerchina veloce e […]


nestle

Un video virale di Nestlé per la prevenzione del cancro al seno

Nestlé FITNESS si schiera da tempo nella lotta al cancro al seno con l’iniziativa Nastro Rosa. Quest’anno ha […]


kipling

Un dolce e creativo billboard pubblicitario per Mr.Kipling

“Life Is Better With Cake” è lo slogan del famoso brand dolciario Mr.Kipling. Come comunicarlo in maniera originale? […]


semaforo-ballerino

The Dancing Traffic Light, a Smart idea

Un’idea semplice e geniale. Un semaforo con l’omino che danza azionato da ballerini “volontari” che si prestano con […]


colosseo-roma

Time Slice di Richard Silver. Edifici e monumenti dal giorno alla notte

“Time Slice” è il progetto del fotografo newyorkese Richard Silver. L’idea è quella di unire in un’unica immagine […]


memoria-ssd-flash

SSD, unità a stato solido. Vantaggi e svantaggi delle memorie flash

Stanco della lentezza del tuo computer? Prova l’unità a stato solido (SSD dall’inglese solid-state drive) e noterai la […]


Shares

Robadagrafici.com non è una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi prodotto editoriale ai sensi della legge 62/2001. Le immagini e i testi pubblicati sono valutati come di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione.
Tutti i contenuti sotto Licenza Creative Commons. Marchi e loghi di soggetti terzi utilizzati in questo sito sono di proprietà esclusiva dei rispettivi proprietari.
Roba da Grafici © 2011-2016 - Progetto a cura di ServiziWeb Srl - Privacy & Cookies Policy