WordPress CMS

Installare e configurare WordPress in locale (sul proprio pc)

Quando si sta imparando ad utilizzare un CMS come WordPress e/o si vuole realizzare un sito internet è importante lavorare in locale, senza mettere il sito online prima che lo stesso sia terminato. Vediamo quindi come installare e configurare WordPress in locale.

Scaricare l’ultima versione di WordPress

La prima cosa da fare ovviamente è scaricare l’ultima versione disponibile di WordPress. Scaricato l’archivio, dobbiamo estrarlo per vedere i file del CMS e rinominiamo la cartella con il nome del nostro sito (per chiarezza la cartella da rinominare è quella contenente le cartelle wp-admin, wp-content, wp-includes e tutta una serie di altri file). Mettiamo quindi da parte per ora la nostra versione appena scaricata.

Scaricare l’ultima versione di EasyPHP

Il secondo step è scaricare un software per il server locale, che simula la presenza online del nostro sito. C’è una vasta gamma di questi software, ma il più diffuso è sicuramente EasyPHP. Scarichiamo quindi la versione DEVELOP (per intenderci, quella col puntino rosso nel logo) e procediamo con l’installazione sul nostro pc. L’installazione è quella classica, l’unica accortezza è quella di togliere nell’ultimo passaggio la spunta di apertura automatica.

Andiamo quindi ad aprire il software dal menu: Start > tasto destro > Esegui come Amministratore

Terminata la procedura, in basso a destra appare l’icona/logo del programma EasyPHP. Cliccandoci con il tasto destro ci appare un menu con diverse voci:

  • Explore, che apre la cartella “localweb” in cui caricheremo il WordPress in locale
  • Administration, che apre l’area per accedere ai database
  • Local Web, che collega direttamente al sito

easy-php

Creare il database con phpMyAdmin

Accediamo quindi all’area di amministrazione del database. Possiamo farlo cliccando su Administration o aprendo sul nostro browser localhost/home. Nella sezione “Modules” clicchiamo su “Open” per accedere a phpMyAdmin, che serve a gestire i dati del database. Se non siete pratici e parecchi termini vi sembrano nuovi non vi spaventate, nulla di estremamente complicato. Basta seguire questi passaggi e tutto filerà liscio.

Prima di procedere alla creazione del database occorre creare un nuovo utente. Per farlo clicchiamo nel menu in alto sulla voce “Utenti”, quindi più in basso su “Aggiungi utente”. Si aprirà una schermata con le “Informazioni di Login” nella quale dovremo inserire un nome utente (ad esempio admin), l’host (che imposteremo su “locale” dal menu a tendina) e la password (che inseriremo due volte per questione di sicurezza). Scendendo nella finestra troviamo “Privilegi Globali”, clicchiamo quindi su “Seleziona tutti” per assegnare tutti i privilegi all’utente. Clicchiamo infine in basso a destra su “Esegui”.

php-my-admin

Dopo questo passaggio procediamo alla creazione del database selezioniamo sempre dal menu in alto “Database”, assegniamo un nome a piacere al database e clicchiamo su “Crea”.

Riassumendo: attraverso phpMyAdmin abbiamo creato il Database e assegnato a quest’ultimo un nuovo utente con tutti i privilegi.

Caricare ed installare WordPress in localhost

In basso a destra clicchiamo sull’icona di EasyPHP con il tasto destro e selezioniamo “Explore” e nella cartella che si apre incolliamo quella di WordPress (per intenderci quella che ad inizio tutorial avevamo rinominato e messo da parte).

Andiamo sul browser all’indirizzo localhost e troviamo la cartella del nostro sito. Cliccandoci su ci troveremo nella fase di installazione di WordPress. Prima di procedere ci viene richiesta la configurazione del file “wp-config.php”, che ci permette di collegare WordPress al database creato in precedenza.

Nella cartella di WordPress troviamo un file dal nome “wp-config-sample.php” che dovremo duplicare e rinominare in “wp-config.php”. Apriamolo con un editor, scendiamo di qualche riga nel file e troviamo le “Impostazioni MySQL” di cui andremo a modificare le seguenti voci:

  • Il nome del database di WordPress > modificare voce: database name here
  • Il nome utente del database MySQL > modificare voce: username here
  • La password del database MySQL > modificare voce: password here

impostazioni-mysql

Sostituiamo all’interno delle virgolette le voci che avevamo assegnato al database, all’username e alla password all’interno di phpMyAdmin.

Scorriamo ancora il file verso il basso e troviamo le “Chiavi univoche di Autenticazione e di Salatura”. Come indicato nel commento all’interno del file andiamo all’indirizzo api.wordpress.org/secret-key/1.1/salt/, copiamo tutte le chiavi e le andiamo a sostituire nel nostro file. Ovviamente queste chiavi sono sicure perchè si rigenerano ad ogni accesso alla pagina.
Non ci resta che salvare il file.

chiavi-univoche

Aggiorniamo adesso la pagina in cui ci veniva richiesta la configurazione del wp-config e finalmente possiamo installare e configurare WordPress:

  • Titolo sito > ad esempio: Tizio e Caio
  • Nome utente > ad esempio: administrator
    (non per forza gli stessi dati utilizzati in phpMyAdmin)
  • Password > ad esempio: tizioecaioblablabla
    (non per forza gli stessi dati utilizzati in phpMyAdmin)
  • Tua e-mail > ad esempio: tizioecaio@tizioecaio.it
    (una e-mail già esistente dell’amministratore)

Clicchiamo su “Installa WordPress” e terminiamo con successo l’installazione in locale.
Se ora clicchiamo su “Collegati” e guardiamo l’indirizzo che appare nel browser vedremo che gli accessi al sito sono:

  • pannello di controllo di WordPress: localhost/nomecartellawordpress/wp-login.php
  • anteprima del sito: localhost/nomecartellawordpress

* nomecartellawordpress = nome che abbiamo assegnato alla cartella di WordPress




emoticons

avatar
Autore: Valerio Del Re

Dott. in Comunicazione e Pubblicità per le Organizzazioni,
Grafico e Web Designer freelance, CEO presso Robadagrafici


Cosa ne pensi? Esprimi la tua opinione.
Scrivi un commento.

Loading Facebook Comments ...

Ti potrebbero interessare anche:


wordpress-com-org

WordPress Italia: Community, Contributor Day e Meetup

WordPress è sicuramente il CMS più conosciuto ed utilizzato in tutto il mondo. Esistono molti altri CMS open […]


sito-multilingua-wordpress

Un sito multilingua in WordPress senza utilizzare plugin

Come vi abbiamo spesso detto, quando si gestisce un sito in WordPress è bene limitare il più possibile […]


wordpress-security-release

Pericoloso bug in WordPress: è necessario aggiornare la versione

La recente versione 3.9.1 di WordPress pare sia vulnerabile e dunque pericolosa. La sicurezza di milioni di siti […]


excerpt-wordpress

Come modificare la lunghezza dell’excerpt in WordPress

Se stai realizzando un sito in WordPress ed all’interno fai uso di articoli molto probabilmente ti sarai imbattuto […]


mailpoet-newsletter-gratis

WordPress. Il miglior plugin gratuito per newsletter

Se avete realizzato un sito in WordPress e siete alla ricerca di un plugin gratuito per newsletter, quello […]


blocchi-codice-in-wordpress

Plugin per inserire blocchi di codice nei post di WordPress

Se gestite un blog realizzato con la piattaforma WordPress che si occupa, tra i vari temi, di programmazione […]


mobile-theme-switcher

Un plugin WordPress per visualizzare temi diversi per dispositivi diversi

Il vostro Cliente vi ha commissionato un sito internet che non sia responsive. Decidete quindi di realizzare un […]


facebook-like-button-su-wordpress

Come aggiungere manualmente il Facebook “Like” Button su WordPress

Per favorire la diffusione virale dei vostri articoli sui Social Network è importante realizzare dei pulsanti di condivisione […]


php-url-pagina-corrente

Php Url completo della pagina corrente

Molto spesso, realizzando un sito in WordPress, capita di aver bisogno di stampare l’url completo della pagina corrente. […]


Shares

Robadagrafici.com non è una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi prodotto editoriale ai sensi della legge 62/2001. Le immagini e i testi pubblicati sono valutati come di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione.
Tutti i contenuti sotto Licenza Creative Commons. Marchi e loghi di soggetti terzi utilizzati in questo sito sono di proprietà esclusiva dei rispettivi proprietari.
Roba da Grafici © 2011-2016 - Progetto a cura di ServiziWeb Srl - Privacy & Cookies Policy